LOST SONGS

8 Luglio ore 18 – LA MAMA UMBRIA

Concerto/Jazz – Durata 60′

Sassofono: Francesco Bearzatti
Chitarra: Federico Casagrande
In collaborazione con: Umbria Factory Off 2023
A cura di: ZUT!


“La nostra metafora standard per l’improvvisazione in duo è ancora la conversazione, anche se l’analogia si interrompe ovunque. Che tipo di conversazione è quando entrambe le parti parlano contemporaneamente, per esempio? Ecco un duo che sottolinea quanto sia debole qualsiasi tentativo di spiegare l’alchimia a parole. È una conversazione? Sì, a volte, proprio all’inizio Casagrande fa una proposta tranquilla e ponderata, prima che Bearzatti entri con una sua articolazione più piena e definita, in altri momenti su questi brani ci sono elementi della danza, anche quando non è coinvolto un ritmo di danza esplicito. A volte, c’è un’eleganza quasi matematica nella congiunzione degli elementi, che non è un pensiero sminutivo: la matematica è la legante di tutte le arti. L’unica conclusione logica è che queste “canzoni perdute” non si prestano all’analisi. Devono semplicemente essere ascoltate ed è sorprendente come la musica così tranquillamente inassertiva debba essere anche così imponente. Bearzatti e Casagrande ci invitano all’inizio e ci tengono fino alla fine”.

Francesco Bearzatti, musicista di fama internazionale, tra i più importanti sassofonisti della scena jazz europea, è accompagnato alla chitarra dal grandissimo e talentuoso chitarrista Federico Casagrande.

“Our standard metaphor for duo improvisation is still conversation, even if the analogy interrupts everywhere. What kind of conversation and when both parties speak at the same time, for example? Here’s a duo that underscores how feeble any attempt of explaining in words is. And a conversation? Yes, at the very beginning, Casagrande makes a claim and considered proposal, before Bearzatti enters with a fuller and more defined articulation. In other moments of these pieces there are elements of dance, even when no explicit dance rhythm is involved. Sometimes, there is an elegance that is almost mathematical, which is not a small thought: mathematics is the binder of all arts. The only logical conclusion is that these “lost songs” do not lend themselves to analysis. They simply have to be heard and it’s amazing how music that’s so quietly unassertive must also be so commanding. Bearzatti and Casagrande invite us at the beginning and keep us until the end”.

Francesco Bearzatti, internationally renowned musician, one of the most important saxophonists on the European jazz scene, is accompanied on guitar by the great and talented guitarist Federico Casagrande.


BIGLIETTERIA ONLINE umbriafactoryOFF [DIY TICKETS]

Translate »
Torna in alto